Film e spettacolo su Gramsci

Teatro Eliseo Nuoro: 
Venerdì, 2 Giugno, 2017 - 18:30
Venerdì, 2 Giugno, 2017 - 21:30
Sabato, 3 Giugno, 2017 - 17:30
Sabato, 3 Giugno, 2017 - 18:30

 

Continua la rassegna TENCINEMA al Teatro Eliseo di Nuoro organizzata da Sardegna teatro, Sardegna film commission, e Moderno srl.

Venerdi e sabato 2/3 giugno appuntamenti dedicati alla figura di Antonio Gramsci con la proiezione del film e l'incontro con attore e autori di NEL MONDO GRANDE E TERRIBILE di Daniele Maggioni e Maria Grazia Perria. In abbinamento sabato 3 giugno alle ore 17.30 lo spettacolo ANTONIO GRAMSCI DAL BAMBINO ALL' ADULTO di Giovanni Carroni.

La rassegna TENCINEMA andrà avanti ancora il 10 e l’11 giugno con la proiezione del film LA STOFFA DEI SOGNI di Gianfranco Cabiddu. (scopri tutta la rassegna)
Sino all’11 giugno (dal giovedi alla domenica) è possibile visitare la mostra ALBA 1943 di Cristina e Stefania Ariu - ingresso libero (scopri di più)

 

Calendario

2 giugno ore 18,30 e 21.30 - proiezione e incontro con Corrado Giannetti, Daniele Maggioni e M.Grazia Perria
 

3 giugno ore 18.30 - proiezione

NEL MONDO GRANDE E TERRIBILE
Un film di Daniele Maggioni, Laura Perini, Maria Grazia Perria.
Con Corrado Giannetti, Lorenzo Cossu, Anita Kravos
Genere Drammatico
Italia 2017
durata 78 min      

La vita e le idee di Antonio Gramsci attraverso le parole che ha scritto nelle Lettere e nei Quaderni dal Carcere. Vengono mostrati gli ultimi dieci anni della sua vita in carcere. Un carcere duplice: materiale, concreto ma anche intangibile, immaginario. Un periodo duro e faticoso. Le sue riflessioni durante il carcere, hanno lasciato una traccia indelebile nel pensiero filosofico contemporaneo.

 

3 giugno ore 17.30 - spettacolo

L’ALBERO DEL RICCIO – Antonio Gramsci dal bambino all’adulto
Di e con Giovanni Carroni
Luci Gianluca Usala

Il tentativo è di raccontare il grande pensatore sardo nella sua dimensione privata di figlio padre e marito, affidandosi in particolare alle lettere dal carcere e alla biografia succitata. Nonostante la dimensione intima delle lettere, diventate ormai un classico della letteratura italiana, tanto per popolarità, quanto per unanime giudizio critico, Gramsci non potrà mai essere interpretato disgiunto dalla sua militanza politica. Militanza per la quale ha sacrificato, fino in fondo e con lucida consapevolezza, la sua vita. Tutto naturalmente sullo sfondo dei tragici avvenimenti italiani seguiti all’avvento del fascismo. Lo spettacolo è sostenuto ed arricchito da alcuni stralci filmici relativi a quel periodo storico. Ha scritto Benedetto Croce all’indomani della prima uscita editoriale delle Lettere: “L’opera di Gramsci appartiene anche a chi è di altro od opposto partito politico».
E' incredibile la ricchezza di testi che Antonio Gramsci ci ha lasciato, e diventa oltremodo difficile, anzi impossibile, poterli abbracciare tutti in un solo progetto teatrale. Ci limitiamo dunque in questa nostra proposta alle lettere dal carcere e alla bellissima biografia della sua vita scritta dal giornalista e scrittore sardo Peppino Fiori.
 

dal giovedi alla domenica sino all'11 giugno - mostra

ALBA 1943
20 anni di carriera di un' artista vissuta solo nella finzione cinematografica di Enrico Pau
di Stefania e Cristina Ariu
allestimento: Pietro Rais

Le opere e i bozzetti realizzati per il film L’Accabadora dalle sorelle Ariu realizzate e ispirate al lavoro delle sorelle Coroneo

 

TICKET
intero 7€
ridotto 5€
ticket speciale minori 18 3€ 
ticket promozione Museo Nivola 3€
ticket promozione Museo MAN 3€
La mostra Alba 1943 è a ingresso libero

Share/Save Condividi